MIRAMAR CLUB HOTEL

MIRAMAR CLUB HOTEL

Progetto : Miramar Club Hotel – HVD Hotels I The Blu Restaurant
Categoria : Hotel 4 stelle
Dove : Obzor – Bulgaria
Linea : System 700
Partner : AVA-M Ltd

Miramar Club Hotel è noto come una delle strutture ricettive più belle della Bulgaria ed è parte integrante del gruppo HVD Hotels – Hospitality Variety Dedication.

Affacciato sulle coste del Mar Nero, l’hotel ha aperto le porte ai suoi ospiti nel 2006 per offrire un mix di relax, svago e divertimento nella cornice di un paesaggio davvero unico.

Per non far mancare nulla ai suoi ospiti, l’hotel ha puntato anche su una ricca proposta gastronomica, fatta di una vasta scelta di ristoranti, tra cui “The Blu”, che propone cucina italiana con menu à la carte.
Collocato al sesto piano del complesso che ospita l’hotel, il ristorante offre una bellissima terrazza con vista mozzafiato sul mare.

La richiesta

  • L’hotel voleva arricchire l’esperienza di soggiorno dei suoi ospiti puntando su un ristorante di alto livello.
  • Lo spazio disponibile per creare la cucina era piccolo, angusto e di forma irregolare. Le attrezzature, quindi, dovevano essere facilmente adattabili al contesto e, al tempo stesso, estremamente performanti per servire oltre 80 coperti al giorno.
  • Il tempo a disposizione per eseguire i lavori era decisamente limitato. Tutto doveva essere realizzato in pochi mesi per esser pronti all’avvio della stagione estiva.

La soluzione

  • Per creare il ristorante è stato utilizzato lo spazio ricavato nel sottotetto al sesto piano dell’edificio principale e la grande terrazza adiacente, il posto ideale per realizzare un locale con vista panoramica.
  • Per rispondere al meglio alle esigenze dell’Hotel, gli architetti e i project manager della società AVA-M Ltd coinvolta nel progetto hanno scelto Ambach System 700, la linea compatta e performante perfetta per cucine di medie dimensioni, in cui lo spazio è prezioso. Con le sue caratteristiche innovative e il design all’avanguardia, System 700 è la scelta di chi non accetta compromessi tra stile, qualità, flessibilità, potenza e prestazioni.
  • Per attrezzare la cucina di The Blu Ambach ha fornito: un blocco cottura da due fuochi e uno da quattro, cuocipasta, griglia e friggitrici a gas, oltre a basi aperte igieniche H3 realizzate con design ad hoc. I piani di lavoro sono dotati dell’esclusivo sistema di giunzione ambach joining system che coniuga la più ampia libertà di configurazione di una cucina modulare con i più elevati standard igienici.
  • Con una cucina così ben organizzata, il ristorante può servire circa 150 piatti caldi al giorno e offre un menù à la carte con 10 portate principali.
  • I lavori sono stati portati a termine in circa cinque mesi. Non poche le sfide e le criticità da affrontare, tra cui, in primis, la consegna delle attrezzature con una gru sino al sesto piano dell‘hotel e il successivo assemblaggio in loco.
  • AVA-M Ltd ha quindi seguito i test di funzionamento e avvio delle macchine oltre alla formazione del personale da parte dell’Executive Chef.

HENNINGER AM TURM-BREWERY IN FRANKFURT

HENNINGER AM TURM BREWERY IN FRANKFURT

Progetto : Henninger am Turm – Il birrificio a Francoforte
Categoria : Ristorante
Dove : Francoforte / Main – Germania
Linea : System 700
Partner : Zilg-Brauneis

Inaugurato da poco, “Henninger am Turm – Il birrificio a Francoforte” è già un punto di riferimento in città, anche grazie alla posizione strategica vicino a Henninger Turm, un tempo fabbrica dell’omonima birra e oggi uno degli skyline più iconici di Francoforte.
Gestito dal gruppo MoschMosch, il birrificio propone alcune tra le più famose e storiche birre della città, come Henninger e Binding, servite in abbinamento a un’ampia scelta di piatti tipici regionali e nazionali.
Tra i vari ambienti interni ed esterni, la birreria può accogliere sino a 280 posti a sedere.

La richiesta

  • La vecchia cucina della birreria era molto stretta e lunga e si sviluppava lungo i due lati del pass di servizio posto al centro della stanza per consentire il passaggio dei piatti dalla cucina al ristorante.
  • Per lo chef Thomas Hirschfeld, così come per Tobias Jäkel e Matthias Schönberger, i due AD di MoschMosch, era fondamentale che le nuove attrezzature fossero di altissima qualità: robuste, resistenti, affidabili, facili da pulire ed estremamente performanti per gestire senza problemi il flusso di lavoro continuo in cucina, da mezzogiorno sino a tarda notte.
  • Le apparecchiature, inoltre, dovevano permettere di lavorare contemporaneamente su entrambi i lati per una preparazione veloce e un altrettanto rapido servizio in sala.


La soluzione

  • Lo chef ha scelto di continuare la collaborazione di lunga data con la società Zilg-Brauneis Großküchentechnik, con cui MoschMosch ha già realizzato in passato l’aeroporto di Francoforte.
  • Zilg-Brauneis, responsabile del progetto, ha consigliato la linea System 700 Ambach. “Non abbiamo avuto dubbi nella scelta di questa linea perché, grazie ai suoi profili lineari ed essenziali, ci permette di sfruttare al meglio lo spazio in cucina. Tutti i membri del team adesso possono finalmente lavorare bene senza sovrapporsi tra loro, ma garantendo un flusso di lavoro regolare e senza intoppi”, ha affermato lo chef.
  • Le apparecchiature fornite includono: piani a induzione con 4 aree di cottura, bistecchiere, friggitrici, bagnomaria e un grande tavolo di lavoro al centro della cucina. I basamenti in H3 sono aperti e lasciano ampia liberà di movimento.
  • Grazie al sistema di giunzione “Ambach Joining System”, i moduli sono perfettamente collegati tra loro e permettono massima libertà di configurazione e facilità di pulizia. In questo modo, è possibile sostituire nel tempo le attrezzature in funzione delle nuove esigenze di menu.
  • L’apertura del muro per il pass di servizio collegato al blocco cottura è stata una vera e propria sfida nella realizzazione della cucina e ha imposto alcune modifiche strutturali in fase di progettazione ed esecuzione lavori.
  • Insieme a Zilg-Brauneis e ai vari partner coinvolti nel progetto, Ambach è stata in grado di realizzare perfettamente il collegamento tra i due blocchi cottura utilizzando un piano di lavoro di design, disegnato ad hoc sulla base delle caratteristiche strutturali.
  • Il team di lavoro ha dimostrato grande capacità e spirito di collaborazione determinando una grande soddisfazione di tutti per il risultato finale del progetto.

FIVE PALM JUMEIRAH

FIVE PALM JUMEIRAH

Progetto : Five Palm Jumeirah
Categoria : Hotel
Dove : Dubai – Emirati Arabi Uniti
Linea : System 850 & System 700 & System 900
Partner : (CCE), Commercial Catering Equipment LLC
Consultant : Michael Chabowski MCTS Dubai

Inaugurato da poco meno di un anno, a marzo 2017, l’hotel Five Palm Jumeirah di Dubai è diventato ben presto un luogo iconico della città grazie al design assolutamente esclusivo ispirato agli antichi anfiteatri romani, al lussuoso centro benessere di ben 1.675 metri quadrati e gli esclusivi ristoranti che propongono cucina internazionale. L’offerta è ampia e spazia infatti dai sapori autenticamente italiani del ristorante Quattro Passi, fondato e guidato dallo chef Antonio Mellino, ai piatti cinesi contemporanei di Maiden Shanghai sino alla vivace brasserie di BLVD On One.

La richiesta

  • Five aveva bisogno di uno specialista di cottura orizzontale in grado di soddisfare al meglio le esigenze di tutti i ristoranti dell’hotel e delle loro differenti proposte culinarie.
  • Per l’area a vista della cucina (Front of the House) l’isola doveva essere in grado di coniugare design e tecnologia, oltre a soddisfare l’elevato numero di coperti giornalieri.
  • I blocchi cottura dovevano essere realizzati su misura, con pezzi sviluppati ad hoc in considerazione dei limiti architettonici presenti nello spazio disponibile. Tra questi, la presenza di una colonna portante che imponeva di adattare le attrezzature.
  • Non solo: la grande varietà di menu disponibili nei diversi ristoranti, richiedeva anche la possibilità di inserire macchine di cottura speciali nei blocchi.


La soluzione

  • Quando è arrivato il momento di scegliere le attrezzature, la società Commercial Catering Equipment LLC e il consulente Michael Chabowski di MCTS Dubai, non hanno avuto alcun dubbio nel proporre le soluzioni Ambach.
  • È stata scelta una combinazione delle tre linee di cottura: la serie System 900 per le aree di preparazione, stoccaggio e cotture singole, la linea System 700 per le preparazioni del bar a bordo piscina e infine System 850 per tutte le altre aree.
  • Per il progetto Five, Ambach ha fornito praticamente tutta la sua gamma prodotti: dai cuocipasta ai piani a induzione, dalle brasiere multifunzione alle griglie a carbone, dalle bistecchiere alle friggitrici sino alle salamandre e ai bollitori, per citarne solo alcuni.
  • Come richiesto, per soddisfare le esigenze di cucine molto diverse tra loro, Ambach ha integrato alcuni pezzi speciali nelle linee di cottura, personalizzandole con l’inserimento di wok a gas ad alta potenza, Tandoori e Robata grill. “In questo Ambach è decisamente un passo avanti rispetto alla concorrenza. La capacità di integrare perfettamente qualsiasi attrezzatura speciale nelle nostre cucine è un grandissimo vantaggio per il cliente. Significa garantirgli la massima flessibilità, rispettando le tradizioni gastronomiche locali e inserendole al meglio nella proposta culinaria”, afferma Ghassan Chbeir, Sales Director di Ambach per il Medio Oriente.
  • “Il modo in cui le nostre attrezzature sono realizzate può essere paragonato, per alcuni aspetti, alle costruzioni LEGO. Insieme a noi, i clienti possono lasciare libero spazio alla loro creatività e realizzare la cucina secondo le loro specifiche esigenze. Per Five abbiamo curato sia il back che il front of the house della cucina; questo è un grande vantaggio per il cliente finale in quanto – concentrando tutta la cottura orizzontale su un unico brand – può ridurre il numero di ricambi in stock e, in generale, ridurre fortemente i costi di service”, continua Chbeir.
  • Hassan Bou Hamzy, GM di CCE Dubai, ha attribuito il successo del progetto al lavoro di squadra tra tutte le parti coinvolte. Un successo attestato dalla grande soddisfazione del cliente.
  • FIVE non è il primo progetto che ha visto la collaborazione tra Ambach e CCE, ormai partner di lunga data. “Oltre a offrire un prodotto di alta qualità, abbiamo sempre ricevuto un eccellente supporto post-vendita da parte di Ambach e, anche questo, è uno dei motivi per cui rimane la mia prima scelta in fatto di cucine”, conclude Hassan Hamzy.

LOTTE SIGNIEL HOTEL

LOTTE SIGNIEL HOTEL

Progetto : Lotte Signiel Hotel
Categoria : Hotel  
Dove : Lotte World Tower – Seoul – Corea
Linea : System 850, System 700 & System 900
Partner : Daeryung

Signiel Seoul è il punto di riferimento nel mondo dell’hotellerie di lusso in Corea ed è gestito da Lotte Hotels & Resorts, il più grande gruppo alberghiero del Paese con oltre mezzo secolo di storia nel settore. Brand esclusivo di Lotte Hotels & Resorts, Signiel Seoul offre un’esperienza di soggiorno assolutamente esclusiva e memorabile a clienti facoltosi provenienti da tutto il mondo.

Gli ambienti interni presentano un design esclusivo, in grado di unire gli stili Orientale e Occidentale, e regalano ovunque un panorama mozzafiato della città. Le 235 camere dell’hotel sono distribuite, infatti, tra l’87° e il 101° piano di Lotte World Tower, il grattacielo di 123 piani alto ben 555 metri; in assoluto, l’edificio più alto della Corea da cui ammirare l’intera città di Seoul.

Non solo. Inaugurato ad Aprile 2017, Lotte World Tawer è il quinto grattacielo più alto del mondo. Progettato da Kohn Pedersen Fox Associates, oltre al lussuoso hotel Signiel Seoul, lo skyline ospita uffici, negozi, un osservatorio, strutture per l’intrattenimento e alloggi per quanti lavorano nella struttura.

All’interno dell’hotel, ampia e raffinata è la proposta gastronomica offerta da STAY, l’elegante e moderno ristorante stellato che delizia i suoi ospiti con i piatti della cucina francese e BICENO, ristorante una stella Michelin con cucina tipica coreana.

La richiesta

  • Per il ristorante STAY, l’hotel aveva bisogno di una cucina all’altezza del ristorante e delle aspettative di Yannick Alleno, lo chef 3 stelle Michelin alla sua guida.
  • La cucina doveva essere a vista e utilizzata anche per la preparazione della ricca colazione a buffet dell’hotel. Per questo, era necessario identificare una soluzione garanzia di qualità, flessibilità, performance, ma anche bella da vedere.
  • STAY è collocato all’81° piano dell’hotel. Non poche, dunque, le criticità da gestire per la movimentazione delle attrezzature che sarebbero state scelte.
  • Inoltre, l’altezza dei soffitti – di soli 2,20m circa– imponeva la scelta di attrezzature con altezze ridotte.
  • Le attrezzature dovevano essere rigorosamente elettriche perché per i grattacieli la normativa non consente l’utilizzo di gas.


La soluzione

  • Per un progetto così importante, Signiel Seoul ha scelto l’affidabilità delle cucine Ambach nelle tre linee System 700 eSystem 850, System 900.
  • Tutte le apparecchiature sono state studiate su misura delle esigenze del cliente e sviluppate ad hoc tenendo conto dei limiti di altezza del soffitto. Seppure, come richiesto, tutte le apparecchiature fornite siano elettriche, sono state pensate per facilitarne al massimo l’utilizzo da parte degli operatori abituati all’utilizzo del gas.
  • La collocazione del ristorante al 81° piano e lo spazio limitato nell’ascensore ha imposto la suddivisione del blocco cottura in quattro parti con il successivo assemblaggio e saldatura in loco da parte dei tecnici Ambach.
  • Estremamente serrati i tempi per la revisione e l’adattamento di tutti i layout, la produzione, spedizione e l’installazione. Il personale di ogni cucina è stato definito solo 4 mesi prima dell’apertura del ristorante. Dunque, i layout di progetto sono stati rivisti e adattati alle esigenze del team di lavoro in tempi strettissimi.
  • Non solo qualità e performance. Le cucine che Ambach ha sviluppato per STAY sono anche molto belle perché a vista, sia per l’utilizzo da parte del ristorante che per la colazione a buffet dell’hotel.
  • Tutte le cucine del ristorante portano la firma Ambach, ad eccezione della cucina riservata al personale.
  • Grande soddisfazione finale sia dello chef che del suo staff. Le cucine Ambach si sono rivelate estremamente facili da usare e da pulire, oltre che belle da vedere e in perfetta armonia con l’eleganza dell’hotel.

BOATHOUSE

BOATHOUSE

Progetto : Boathouse
Categoria : Ristorante e Lounge-Bar
Dove : Amburgo – Germania
Linea : System 700 Exclusive Range
Partner : Cramer! GastronomieSysteme GmbH

Thomas Macyszyn, chef stellato e proprietario del locale, non avrebbe potuto scegliere un posto migliore per il suo ristorante “Boathouse”. Collocato sulle rive del canale Isebek, nel quartiere Eppendorf di Amburgo, offre un ambiente moderno e accogliente in cui gustare piatti a base di pesce e frutti di mare freschi tutti i giorni.

Assistere alla preparazione dei piatti, rilassarsi e degustare un menù raffinato di altissima qualità: è questa l’esperienza unica con cui Macyszyn vuole deliziare i suoi clienti.

Boathouse propone un ristorante à la carte da 50 coperti, lo “chef ´s table”, un “ristorante nel ristorante” riservato a soli 8 ospiti serviti direttamente da Macyszyn e un’area bar con altri posti a sedere al bancone da cui è visibile la cucina. Inoltre, dalla terrazza estiva di Boathouse con vista su Isebek, si può degustare un’ampia varietà di delizie di mare preparate con la massima cura e accompagnate da vini e cocktail scelti in abbinamento. Boathouse è il locale ideale per una romantica serata a due e per festeggiare ogni tipo di evento come compleanni, anniversari e matrimoni.

La richiesta

  • Tutti gli ospiti delle diverse aree di ristorazione devono essere coccolati con piatti di pesce di altissima qualità. È necessario, quindi, un blocco cottura che permetta di lavorare contemporaneamente da entrambi i lati così da velocizzare le diverse preparazioni ottimizzando lo spazio disponibile.
  • Il blocco cottura è visibile agli ospiti in sala. Deve quindi avere un bel design, ma essere anche molto robusto, potente ed estremamente facile da pulire.
  • Thomas Macyszyn ha delle richieste ben precise su come organizzare la cucina.
  • Macyszyn chiede inoltre di personalizzare il blocco cottura con il logo del locale sulla parte laterale e il pannello di controllo colorato ed ergonomico.
  • Il locale pone non pochi vincoli strutturali. Lo spazio disponibile in cucina è limitato e il blocco deve necessariamente essere trasportato in cucina in posizione verticale.


La soluzione

  • La scelta di Macyszyn ricade su System 700 Exclusive range Ambach, la linea compatta dalle grandi prestazioni.
  • Il blocco cottura è stata fornito e installato dalla società Cramer! GastronomieSysteme, che ha seguito anche la progettazione della cucina e della dining room.
  • Il blocco, realizzato su misura, permette di lavorare su entrambi i lati ed è dotato di piano unico igienico per pulire in modo semplice e veloce.
  • Sono stati inoltre forniti: due bistecchiere elettriche (formati piccolo e grande), una friggitrice doppia e due cucine elettriche ad induzione. Il tutto è corredato da elementi e basamenti neutri in H3.
  • Dalla forma insolita ma, al tempo stesso ergonomica, il pannello di controllo blu scuro con profilo antigoccia e angoli arrotondati è realizzato in acciaio inox a forma di goccia, quasi a simulare la prua di una nave. Sul lato visibile della cucina è stato inserito il logo Boathouse, altro dettaglio esclusivo del blocco.
  • Lavorando in sinergia, Ambach e Cramer! GastronomieSysteme hanno risolto brillantemente il problema del trasporto del blocco cottura nella cucina del ristorante. Nello stabilimento Ambach, il blocco è stato predisposto in modo tale da ruotare verticalmente di 90° ed essere trasportato agevolmente.
  • Macyszyn e il suo team sono molto soddisfatti delle alte prestazioni del blocco Ambach, estremamente affidabile, potente e perfetto per curare in ogni dettaglio i raffinati piatti del locale.

HOTEL FELDHOF

HOTEL FELDHOF DOLCEVITA

Progetto : Hotel Feldhof DolceVita
Categoria : Hotel 4 stelle Superior
Dove : Naturno – Italia
Linea : System 700
Partner : Niederbacher

Collocato a Naturno in una posizione invidiabile nella regione di Merano, tra le meraviglie del gruppo Tessa e del Passo dello Stelvio, il DolceVita Hotel Feldhof rende ogni soggiorno un’esperienza memorabile.
Design moderno con colori caldi e materiali naturali caratterizzano tutti gli ambienti: dalle camere & suite, alle aree gioco per i bimbi, allo spettacolare centro wellness arricchito dalla nuova Sky-Spa sul tetto dell’hotel che regala agli ospiti un magnifico scenario a 360° sulle alpi circostanti.
E non solo. Il DolceVita Hotel Feldhof è noto anche per la sfiziosa arte culinaria alpina-mediterranea proposta dallo chef Fritz Martin e dal suo team. Consigliata già dal 2010 nella Guida Michelin, nel 2011 la cucina dell’hotel è stata valutata come la migliore degli hotel wellness BELVITA in Alto Adige.

La richiesta

  • L’hotel ha bisogno di riorganizzare l’intera area dell’ingresso che comprende la lobby, il bar e la parte dedicata al buffet. Anche la cucina esistente deve essere rinnovata per soddisfare meglio le richieste del numero di ospiti in costante crescita e garantire, al tempo stesso, un alto livello di qualità.
  • Gli spazi disponibili sono molto ristretti. Per questo, è necessario trovare una soluzione ottimale per coordinare e collegare e ottimizzare il flusso di lavoro. Tutto deve essere completato in pochissimo tempo.
  • Non pochi i vincoli logistici: la proprietà non può essere ampliata ed è necessario inoltre spostare l’ascensore montacarichi per realizzare i lavori di ristrutturazione.


La soluzione

  • Il DolceVita Hotel Feldhof sceglie la linea System 700 Ambach con piani a induzione di ultima generazione e tecnologie all’avanguardia. La linea, una perfetta sintesi di misure contenute e alte prestazioni, è la soluzione perfetta per gli spazi limitati dell’hotel. Grazie, inoltre, al piano unico igienico, la cucina si caratterizza per uno stile elegante e lineare.
  • Grazie alle alte perfomance, la nuova cucina soddisfa pienamente la necessità dell’hotel di coniugare qualità e quantità dell’offerta culinaria, insieme a un servizio puntuale e impeccabile per i circa 170 ospiti.
  • Il blocco di cottura è stato installato in un unico pezzo. L’intero progetto di ristrutturazione dell’hotel è durato circa otto mesi, periodo durante il quale il team in cucina ha potuto continuare a lavorare grazie a una soluzione alternativa temporanea.
  • Tutto si è svolto perfettamente grazie all’ottima cooperazione e al coordinamento delle parti coinvolte: Alexander Hofer, Senior Consultant della società Hotec Engineering e membro ufficiale dell’associazione FCSI e alla ditta Niederbacher, che ha seguito tutta la parte esecutiva inclusa l’installazione e l’avviamento della cucina.

BBS OLDENBURG

BBS OLDENBURG

Progetto : BBS Oldenburg
Categoria : Istruzione
Dove : Oldenburg – Germania
Linea : System 700
Partner : Gaplatec, Chefs Culinar GKT

Il 1 settembre 2015, la scuola professionale BBS 3 ha cambiato sede per trasferirsi in un nuovo edificio scolastico. Ben 150 docenti si dedicano alla formazione di circa 3.000 studenti che frequentano più di venti diversi programmi educativi a tempo pieno e part-time per imparare a lavorare con successo nel settore alberghiero e della ristorazione.

All’interno della cosiddetta “piazza mercato” della scuola tutti i giorni gli studenti presentano ai compagni di classe e agli insegnanti i piatti realizzati durante le lezioni: dagli snack per la pausa di metà mattina e pomeriggio ai piatti per la pausa pranzo, sino ai piatti preparati per gli insegnanti e gli altri studenti e quelli fatti ad hoc per gli eventi organizzati dalla scuola.

La richiesta

  • BBS 3 ha bisogno di attrezzare 6 cucine per la nuova struttura scolastica.
  • Nello specifico, tre con 18 postazioni di lavoro che gli studenti possono utilizzare per cucinare e fare i compiti a loro assegnati. Le stesse cucine sono utilizzate anche per l’esame pratico.
  • La scuola ha bisogno di una cucina per la ristorazione e un’altra per la produzione.
  • Nella cucina utilizzata per la formazione, collocata accanto all’altra, ci sono 6 blocchi doppi con 12 postazioni di lavoro Le stesse cucine vengono utilizzate inoltre per l´esame finale.
  • Non solo alte prestazioni. Le attrezzature devono essere anche belle e robuste. È fondamentale quindi la scelta di un partner in grado di capire al meglio le esigenze della scuola e di fornire la soluzione più appropriata.


La soluzione

  • I docenti di BBS 3 hanno espresso le loro richieste ai progettisti Niering&Seifert e Gaplatec, che hanno concretizzato il tutto nel progetto.
  • Dopo una vasta ricerca di mercato e briefing dettagliati, BBS ha scelto System700, la linea compatta e performante di Ambach che garantisce la massima flessibilità di configurazione e soluzioni ad hoc per ogni esigenza.
  • La società Chefs Culinar è stata scelta, invece, per la consegna e il montaggio delle cucine.
  • Nella cucina dedicata alla formazione sono stati installati6 blocchi doppi con 12 postazioni di lavoro per cucinare contemporaneamente da entrambi i lati. I blocchi sono dotati di cucine elettriche a induzione, tavoli di lavoro, basi refrigerate ed elementi neutri.
  • La cucina per la grande produzione è dotata di un blocco doppio e due apparecchiature di alta produzione: una brasiera ribaltabile e una pentola elettrica.
  • Tutte apparecchiature sono state realizzate ad hoc da Ambach con altezza di 700 millimetri.
  • Tutte le unità hanno un design accattivante e basi inferiori in esecuzione H3. Inoltre, grazie al piano unico igienico e ai bordi arrotondati, permettono una pulizia semplice e veloce.
  • Grande la soddisfazione dei responsabili della scuola sia per le cucine Ambach, che per l’eccellente collaborazione e supporto, anche a conclusione dei lavori. “Le cucine Ambach non sono solo perfette per la formazione dei nostri studenti, ma rappresentano anche delle vere e proprie attrezzature per professionisti della ristorazione”, ha commentato la direttrice della scuola Hannelore Guthold.

ROMANTIC HOTEL KIELER KAUFMANN

ROMANTIK HOTEL KIELER KAUFMANN

Progetto : Romantik Hotel Kieler Kaufmann
Categoria : Hotel
Dove : Kiel – Germania
Linea : Ambach Chef 850 & System 700 & IQ 900
Partner : Chefs Culinar Kiel

Romantik Hotel Kieler Kaufmann è una delle mete per eccellenza della città di Kiel, in Germania. Il proprietario dell’hotel, Kieler Kaufmann e.V. e la famiglia Lessau che lo gestisce, sono riusciti insieme a trasformare la struttura esistente in un hotel lussuoso e moderno, in grado di incantare gli ospiti con il suo fascino al tempo stesso con un mix di tradizione e design. Durante i lavori di ristrutturazione dell’hotel, sono stati aggiunti: due nuovi ristoranti, un bar, nuove camere e una sala eventi che può accogliere sino a 200 ospiti. Lo chef stellato Mathias Apelt, da ben 5 anni chef dell’hotel, vuole viziare i suoi ospiti con un nuovo concetto di gastronomia. Nel ristorante “Kaufmannsladen” da 80 coperti, propone piatti a base di carne e hamburger, mentre nel ristorante fine dining “Ahlmanns”, offre menù per i palati gourmet più esigenti: qui, un numero massimo di 20 ospiti può deliziarsi con specialità regionali e internazionali di altissimo livello.

La richiesta

  • Durante i lavori di ristrutturazione dell’hotel, la vecchia cucina è stata spostata in una nuova area con affaccio su due ristoranti: “Kaufmannsladen” e “Ahlmanns”.
  • La famiglia Lessau, la proprietà dell’hotel e lo chef conoscevano già bene le cucine Ambach e hanno scelto di mantenere il vecchio blocco cottura System 900 con macchine a gas e piani a induzione. Il blocco System 900 è stato poi trasferito nella nuova cucina e integrato nel blocco cottura Ambach pensato ad hoc.
  • Il nuovo blocco deve essere compatto e funzionale, perché lo spazio in cucina è limitato e lo chef ha bisogno di un ampio spazio di lavoro.
  • Inoltre, il nuovo blocco deve avere apparecchiature estremamente efficienti e versatili per garantire risultati di cottura impeccabili in tempi brevi.
  • L’estetica e il design sono due aspetti imprescindibili del progetto perché nella cucina vengono organizzati corsi di cucina. I due blocchi cottura Ambach, con i loro profili minimal curati in ogni dettaglio, sono la soluzione perfetta per le esigenze dell’hotel.


La soluzione

  • L’hotel ha scelto un blocco cucina compatto su zoccolo delle linee Chef 850 e System 700 con piano unico igienico. Il blocco esistente System 900 viene quindi integrato da Chef Culinar nella nuova cucina senza alcun problema.
  • La cucina è progettata da Chef Culinar Kiel, con il supporto di Ambach, dello chef Mathias Apelt e del gestore dell´Hotel Carl-Heinz Lessau.
  • Per lo chef è fondamentale avere attrezzature di alta qualità, innovative dal punto di vista tecnologico, ma anche belle da vedere e facili da pulire.
  • Il nuovo blocco cottura su zoccolo è dotato di due piani a induzione con 4 bobine quadre (in aggiunta ai piani cottura a induzione e le tutta piastra a gas esistenti nel blocco System 900), e ancora una bistecchiera, un Hold-o-Mat, un Pot rack con salamandra, un supporto per mixer e combi steamer.
  • I basamenti in esecuzione sono in parte aperti, in parte dotati di cassetti refrigerati.
  • Le superfici lisce e i basamenti neutri in esecuzione H3, nella versione igienica, semplificano enormemente la pulizia assicurando la massima igiene.
  • I due blocchi, posti schiena contro schiena, assicurano massima produttività e un grande risparmio di tempo nel flusso di lavoro quotidiano.
  • Per velocizzare le fasi di lavoro in cucina e renderle ancora più flessibili, è stata scelta una brasiera a pressione IQ900 con comandi elettronici touch screen a cui è riservato uno spazio apposito in cucina come unità a se’ stante.
  • “La nuova cucina Ambach, costituita da apparecchiature della linea Chef 850 e System 700, è quello che mi serviva in aggiunta alla linea System 900”, afferma Mathias Apelt. “La Brasiera a pressione IQ900 viene utilizzata costantemente e non solo nelle ore di punta” sottolinea lo chef.
  • I due blocchi, insieme, sono perfettamente complementari e soddisfanno pienamente le esigenze dei due ristoranti e dell’hotel.
  • Anche la famiglia Lessau è decisamente soddisfatta: “Siamo entusiasti delle nuove macchine e orgogliosi di aver fatto una scelta sostenibile con Ambach. L’azienda insieme a Chefs Culinar ci ha affiancato con competenza e professionalità in tutte le fasi del progetto”.

BURGER & LOBSTER BANK

BURGER & LOBSTER
BANK

Progetto : Burger & Lobster Bank
Categoria : Ristorante & Bar
Dove : Monaco – Germania
Linea : Chef 850, System 700, Ambach Exclusive Range
Partner : MC Gastronomieplanung

Il ristorante “Burger & Lobster Bank” (BLB) è situato nel centro di Monaco di Baviera alle spalle del noto Bayerischer Hof, boutique hotel a 5 stelle. Collocato in un edificio con più di 150 anni di storia un tempo sede di una banca, BLB accoglie oggi ospiti da tutto il mondo, tra cui un gran numero di reali e celebrità.
Burger & Lobster Bank è un ristorante noto e richiestissimo. Al suo interno si trovano un’area riservata a Business Lunch e Fine Dining e una sala destinata ad aperitivi dopo lavoro con un’ampia scelta di cocktail e snack. A completare il tutto, “Stock Market”, lo spazio adibito ad eventi.
Il ristorante a lume di candela e il bar offrono un’ampia varietà di piatti di stagione semplici, ma preparati sempre con la massima cura: aragoste freschissime, succulente bistecche, insalate e hamburger alla griglia.

La richiesta

  • Il ristorante e il bar possono accogliere sino a 170 coperti. Per proporre una cucina di alta qualità con menu à la carte, è necessario un blocco di cottura che permetta di lavorare contemporaneamente da entrambi i lati, risparmiando tempo e spazio. È necessario, inoltre, un secondo blocco cottura per la mise-en-place sia nel ristorante, che nell’area adibita agli eventi dove il numero di ospiti può salire sino a 700 persone.
  • Moritz Haake, direttore della struttura, ha le idee estremamente chiare sulla nuova cucine del ristorante. Per questo prende attivamente parte alla definizione del progetto.
  • La nuova cucina deve essere molto robusta, performante e compatta per non occupare troppo spazio e agevolare il più possibile il flusso di lavoro. Inoltre, il blocco deve essere facile da pulire per assicurare la massima igiene e progettato all’insegna dell’ergonomia con la massima attenzione alle finiture e ai dettagli.
  • L’edificio in cui si trova il ristorante è datato e pone non pochi problemi strutturali: tra questi, la necessità di collocare delle travi sotto la cucina per conferire maggiore stabilità e la porta di accesso alla cucina, piccola e stretta.


La soluzione

  • Il consorzio di investitori e il direttore Haake scelgono MC Gastronomieplanung, la società tedesca specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni personalizzate di alta qualità pensate nel rispetto dell’ambiente. Conosciuta ben oltre i confini della Germania, MC Gastronomieplanung è sembrata la più ideona nel rispondere al meglio alle esigenze del ristorante.
  • Per la cucina di BLB è stato scelto un piano cottura della linea Ambach Exclusive Range che permette di lavorare su entrambi i lati. Per la realizzazione del menu vengono individuate delle macchine specialistiche compatte e di alta produttività: bistecchiere, friggitrice, cuocipasta, piani a induzione, salamandra e basi refrigerate.
  • Nella cucina dell’area destinata agli eventi, invece, è stata scelta la linea Ambach Chef 850, con un blocco modulare lungo tre metri e l’esclusivo sistema di giunzione unico (“Ambach Joining System”) che semplifica enormemente le operazioni di pulizia per un’igiene perfetta. Per garantire la massima flessibilità produttiva e soddisfare un maggior numero di coperti, la cucina è stata dotata inoltre di una brasiera con comandi elettronici, piani a induzione, bistecchiere e friggitrici.
  • Per il trasporto in cucina, il blocco cottura del peso di ben 1,2 tonnellate è stato ruotato di 90°, risolvendo così il problema di ingresso attraverso la stretta porta di passaggio.
  • I lavori di ristrutturazione dell´edificio sono durati un anno, mentre il rifacimento della cucina è stato completato in sette mesi. In sole dieci settimane le cucine sono state progettate, realizzate e installate.
  • MC Gastronomieplanung ha seguito l’intero progetto e il coordinamento delle varie figure coinvolte lavorando in stretta collaborazione con Moritz Haake e Ambach.
  • Il risultato finale risponde perfettamente alle esigenze di Burger & Lobster Bank e la grande soddisfazione del cliente ha permesso di mettere già in pista un nuovo progetto.

HOTEL DAS TEGERNSEE

HOTEL DAS TEGERNSEE RESTAURANT

Progetto : Ristorante Hotel Das Tegernsee
Categoria : Hotel
Dove : Tegernsee, Germania
Linea : Ambach System 700 DS
Partner : HPM Consult Hans-Peter Mühlethaler, HoGaKa Profi

L’hotel Das Tegernsee è collocato in una posizione strategica. A 800 metri di altezza, all’interno di un castello, il cosiddetto “Sengerschloss”, l’hotel offre una meravigliosa vista dell’omonimo lago e un paesaggio spettacolare. Oltre agli ospiti dell’hotel, il ristorante accoglie anche clienti esterni. Tegernsee, infatti, non è solo un hotel estremamente raffinato dotato di sale conferenze, centro benessere e ambienti relax, ma anche il posto ideale per degustare eccezionali delizie culinarie. Nell’autunno 2014 il castello ha riaperto insieme al ristorante “Alpenbrasserie”, noto per la raffinata selezione di pesce e carne.
Essenziali ma squisite, preparate con prodotti stagionali, freschissimi”: è così che lo chef Horst Trautwein descrive le specialità del giorno nel menù del ristorante.

La richiesta

  • Lo chef Horst Trautwein ha bisogno di una cucina moderna e di alta qualità, in grado di servire circa 60-80 pasti al giorno tra specialità regionali e internazionali. Lo spazio disponibile è ridotto. Per questo, è necessaria una cucina estremamente compatta e ben accessoriata per permettere la massima funzionalità e flessibilità nella gestione dei flussi.
  • Le apparecchiature devono essere efficaci e affidabili per una preparazione dei pasti veloce e di altissima qualità. Per questo, la disposizione dell’area cottura, delle basi refrigerate e dei cassetti deve essere progettata per facilitare al massimo l’organizzazione dei flussi di lavoro. Il blocco cottura deve avere inoltre un piano unico per assicurare i massimi livelli di igiene.
  • La cucina non deve essere solo performante, ma anche bella e di design perché risulta visibile agli ospiti se la porta della stanza in cui è collocata rimane aperta. Per questo, è richiesta massima attenzione all’aspetto estetico e l’utilizzo di colori in linea con quelli della sala.
     

La soluzione

  • Insieme a Trautwein, coinvolto sin dalla fase d progettazione, è stato scelto un blocco compatto della linea Ambach System 700 Double Service, che permette di lavorare da entrambi i lati della cucina.
  • HPM Consult ha sviluppato e seguito il progetto in tutti i dettagli, mentre la società HoGaKa Profi ha fornito il blocco di cottura Ambach seguendo in toto l’assemblaggio, l’installazione e la formazione.
  • Il blocco è realizzato su zoccolo e integra quattro piani cottura ad induzione, una piastra ed un cuocipasta in un piano unico igienico. Il ripiano superiore del blocco lascia lo spazio necessario per riporre le salamandre insieme ai vari utensili e piatti.
  • La superficie di lavoro e le basi refrigerate sono in esecuzione igienica H3, per una pulizia semplice e veloce.
  • Per i pannelli di comando viene scelto il colore grigio antracite che, insieme al vano superiore portapentole, conferiesce al blocco un carattere esclusivo ed estremamente elegante.