MAMA SHELTER

Progetto: Mama Shelter
Categoria: Hotel
Dove: Shoreditch – Londra – Regno Unito
Linea: System 850
Partner: Humble Arnold Associates – Foodservice consultant – Shine Foodservice – Kitchen contractor

Mama Shelter London può essere definito come un vero e proprio ‘rifugio urbano’ nel cuore di East London. Caratterizzato da un design all’avanguardia, l’hotel ospita 194 camere da letto, due sale karaoke in stile giapponese, una palestra, un cortile esterno oltre a un bar e un ristorante da 100 coperti che propone un menu informale a base di piatti locali e tradizionali.

La richiesta

  • Per la cucina del ristorante bisognava studiare una soluzione su misura e al tempo stesso di design che tenesse conto di una colonna portante presente nel bel mezzo dell’ambiente.
  • La cucina avrebbe dovuto integrare sia attrezzature elettriche sia a gas. La parte service era collocata in basso, pertanto i collegamenti di acqua e gas e il quadro di alimentazione elettrico dovevano essere perfettamente allineati per agevolare l’installazione e la manutenzione ogni qualvolta necessario.


La soluzione

  • Ambach si è rivelata la scelta migliore per offrire una soluzione custom che tenesse conto dei vincoli strutturali e logistici della struttura.
  • Dal ristorante la cucina è visibile su due lati e domina la scena, insieme al forno pizza estremamente moderno.
  • L’accesso all’ambiente che avrebbe ospitato la cucina è stato particolarmente complesso. Per questo, durante la consegna, Ambach ha incorporato nel blocco un telaio e una protezione su misura per facilitare il più possibile l’ingresso in cucina.
  • La parte superiore del blocco System 850 circonda la colonna portante con massima continuità e precisione. La delicata movimentazione è stata seguita dalla società Keith Elkington Transport, mentre il posizionamento finale e l’installazione sono stati effettuati da Shine Foodservice sotto la guida del senior project manager Mike Coxford.
  • Grande la soddisfazione di Mama Shelter grazie al lavoro di squadra che ha visto prendere parte al team di progettazione – Craig Roberts della società Humble Arnold e Mike Coford di Shine Foodservice.