VILLA D’ESTE

Progetto : Villa d’Este
Categoria : Hotel 5 stelle lusso
Dove : Cernobbio – Italia
Linea : System 850 + IQ 900
Partner : Grandimpianti Ali

In una location incantevole, sulle rive del lago di Como, si staglia maestosa Villa d’Este, recentemente nominata miglior hotel 5 stelle lusso al mondo. Pur avendo alle spalle quasi un secolo e mezzo di storia, Villa d’Este si è costantemente rinnovata per rimanere al passo con i tempi e soddisfare sempre meglio le esigenze dei suoi ospiti.
“Sono l’attenzione ai dettagli, l’eleganza nel servizio e la ricerca costante della perfezione che spingono i nostri clienti a tornare anno dopo anno”, afferma il direttore generale Danilo Zucchetti. “Pur conservando la sua identità e i suoi valori nel corso degli anni, Villa D’Este è sempre stata capace di evolversi rimanendo il portavoce indiscusso di uno stile di vita elegante in tutto il mondo”, aggiunge.

Le proposte culinarie con cui Villa d’Este delizia i suoi ospiti sono numerose e diversificate. Si va dall’elegante ristorante Veranda, che offre alta cucina italiana sul suggestivo sfondo del Lago di Como, al Grill, ristorante elegante ma informale, che propone piatti regionali accompagnati da una selezione dei migliori vini italiani. Infine, il Platano, esclusivo bistrot con cucina internazionale e solo 25 posti a sedere.

La richiesta

  • Dopo tanti anni di utilizzo, Villa d’Este ha deciso di rifare le cucine puntando solo ad apparecchiature di altissima qualità.
  • Le richieste di Michele Zambanini, executive chef di fama internazionale erano ben precise. Bisognava riorganizzare completamente le varie aree di cottura per ottimizzare il flusso di lavoro del suo team composto da ben 46 persone. Le nuove cucine dovevano quindi garantire la massima efficienza per velocizzare la preparazione dei piatti senza comprometterne la qualità e, al tempo stesso, permettere di lavorare in un’ambiente salubre, senza fumi né odori.
  • I lavori dovevano essere completati in soli tre mesi, durante il periodo di chiusura dell’hotel. Un’impresa non da poco per una cucina che si estende su una superficie di ben 750 mq e in cui vengono preparati circa 62.000 pasti all’anno.


La soluzione

  • Per la gestione di un progetto così complesso, Villa d’Este ha scelto Grandimpianti, la società di Ali Group specializzata in progetti chiavi in mano per il mondo della ristorazione.
  • Grandimpianti, a sua volta, non ha avuto alcun dubbio nel proporre System 850 Ambach, la linea di cottura che si adatta a ogni spazio e necessità, perfetta per le personalizzazioni volute da Zambanini e gli altissimi standard di qualità richiesti da Villa d’Este.
  • Lavorando insieme a Grandimpianti, Ambach ha progettato una soluzione su misura delle esigenze dello chef composta da cinque blocchi con piano unico igienico – di cui uno lungo ben 5,20 m – con diverse aree di cottura per le varie preparazioni.
  • Lo staff di Villa d’Este ha messo grande attenzione anche al design ed alle finiture dei blocchi cottura. Tutti i blocchi sono in nero antracite con finiture Ambach Exclusive Range.
  • Per ridurre i tempi di cottura e il consumo energetico, tutte le cucine sono dotate di piani a induzione ad alta potenza con generatori remotati.
  • Sono state installate anche alcune macchine multifunzione Ambach IQ, un concentrato di tecnologia che assicura risultati di cottura perfetti anche per le grandi produzioni, senza dimenticare l’efficienza energetica.
  • I lavori sono stati realizzati in sinergia con Alex Gelfi, l’architetto di Villa d’Este che ha seguito il progetto. “La grande sfida è stata realizzare l’intero progetto in soli tre mesi, interventi murari e impiantistica inclusi. Tutto doveva essere pianificato nei minimi dettagli. Alcuni blocchi Ambach erano davvero pesanti e movimentarli non è stato semplice: due cucine pesavano circa 2 tonnellate!”, afferma Alessandro D’Andrade, direttore commerciale di Grandimpianti.
  • Le aspettative di Zambanini sono state pienamente soddisfatte. La nuova cucina è innovativa, efficiente e creata ad hoc sulla base delle sue esigenze. “Adesso abbiamo tre aree di cottura separate: una dedicata agli ospiti dell’hotel, una al banqueting e una all’area Sundek (terrazza con piscina) insieme al servizio in camera. Grandimpianti ha interpretato e soddisfatto pienamente le nostre richieste e si è rivelata un partner eccezionale nella realizzazione del progetto che avevamo in mente”, conclude Zambanini.
  • Anche secondo Zucchetti i risultati sono ottimi grazie alla costante interazione tra tutte le parti coinvolte nel progetto. “Siamo stati molto esigenti nei tempi e nelle richieste di personalizzazione. Entrambi gli aspetti sono stati soddisfatti in modo eccellente”.